cerca

Dieci giorni

23 Luglio 2010 alle 08:00

Forse è l'afa che mi spinge a pensare pensieri apocalittici. O forse la semplice noia nel vedere come la società discuta di cose risibili mentre tutto sembra andare a rotoli. Dieci giorni, dieci soli giorni ci separano in realtà dal ritorno brusco alla preistoria (o, nel migliore dei casi, al medioevo barbarico). Basterebbero dieci giorni senza luce elettrica. Tutto il nostro mondo finirebbe in frantumi. Ci pensate? Niente acqua, niente cibo, niente benzina, niente lavoro, niente comunicazioni, niente organizzazione: solo la semplice, crudele violenza del più forte, sul più debole, per riuscire a sopravvivere. Stiamo ballando e litigando e correndo su un lago gelato la cui lastra è sottilissima e, sotto, c'è il baratro. Forse, se tenessimo conto di tutto ciò, agiremmo diversamente, e gli amministratori pubblici insieme a noi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi