cerca

Perché Abete si deve dimettere?

20 Luglio 2010 alle 16:00

Non sempre il tempo è galantuomo. Infatti, mano a mano che ci allontaniamo dai recenti campionati del mondo che ci hanno visti protagonisti negativi di una delle peggiori debacle della storia del calcio, si attenua la rabbia e , con essa, la necessità di eliminare le cause che quella sconfitta hanno determinato. Perché Abete si deve dimettere? Siamo stati esclusi dalla coppa d’Europa sotto la guida di Donadoni che ha collezionato un numero tale di insuccessi che è stato costretto a dimettersi E’ stato richiamato Lippi quando ormai si sapeva che aveva esaurito la sua spinta vincente , per cui l’unica idea innovativa che ha portato è stata di riproporre per i 2/3 la stessa squadra di quattro anni prima . Il numero di insuccessi ottenuti dal nuovo CT è stato addirittura superiore a quello di Donadoni, fino ad approdare all’ apoteosi del campionato del mondo appena terminato. Ma l’errore più grave del Presidente della FIGC è stato di portare ai campionati un mister con la lettera di dimissioni già in tasca , in quanto già c’era l’accordo che dopo i campionati Lippi sarebbe andato via. Insomma una serie di insuccessi clamorosi, non solo di tipo tecnico ma anche manageriale. Per tutti questi motivi Abete si deve dimettere, non tanto per la debacle quanto per le modalità e il clima in cui essa è maturata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi