cerca

Il Cav. batta un colpo

20 Luglio 2010 alle 12:33

Io penso, che sia inimmaginabile che per i prossimi 3 anni continuerà ancora la tiritera di come far fuori il Presidente del Consiglio. Valanghe di intercettazioni vomitano ormai quotidianamente ogni tipo di nefandezze su tutti gli uomini del Governo ed illustri politici, giornalisti ed opinionisti s’interrogano su quale tipo di governo e guidato da non si sa chi, dovrebbe subentrare a quello attuale, ignorando completamente il fatto che le ultime elezioni politiche , 2 anni fa, le ha vinte con un’ampia maggioranza Silvio Berlusconi . Dà fastidio la strafottenza di gente che fa le piazzate per la democrazia , senza considerare minimamente la volontà popolare che con il suo consenso ha scelto il PDL e che piaccia o no Silvio Berlusconi per governare il paese per 5 anni. Secondo me, gli scandali, la P3, le varie cricche e complotti, finchè non ci sono dei colpevoli condannati,lasciano il tempo che trovano. Anche perché sono certa, che se il Cavaliere si mettesse da parte, questi fattacci scomparirebbero dalle cronache in un batter d’occhio, finendo nel dimenticatoio. Certo, i problemi ci sono e vanno risolti urgentemente. Ha ragione l’onorevole D’Alema quando dice che Berlusconi, l’opposizione ce l’ha al suo interno. Perciò, si chiarisca con Fini. Se il Presidente della Camera, con i vari Bocchino, vuole avere uno spazio per poter dire la sua, per un fattore di democrazia, ci sta. Ma se impedisce di governare e portare a termine la legislatura, il Cavaliere ha il sacrosanto dovere di mandare tutti a casa e scegliere la strada delle elezioni anticipate. Questo lo deve ai suoi elettori. Così, i disturbatori si prendono la responsabilità di aver fatto cadere il governo e il coraggio di affrontare il voto popolare. La decisione deve essere drastica perché vie di mezzo non ce ne sono.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi