cerca

Parole inopportune di un pm

19 Luglio 2010 alle 15:00

Il pm Capaldo, titolare delle indagini sulla cosiddetta P3, dice a Repubblica (anche se poi smentisce la lunga intervista) che sono incappati in questa nuova massoneria per caso, indagando sugli affari della camorra sui casino' on line. Poi Capaldo aggiunge, chiaramente polemico verso le nuove norme, che senza le intercettazioni l'inchiesta sarebbe stata impossibile. Mi chiedo: ma se l'indagine origina da un caso di camorra, che com'è noto e' fuori, così come la mafia e la 'ndrangheta, dalla legge sulle intercettazioni proposta dal governo, perché polemizzare inutilmente lasciando intuire che con le nuove norme le indagini non sarebbero state possibili?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi