cerca

Berlusconi:dalle parole ai fatti

19 Luglio 2010 alle 14:00

Con la vicenda Cosentino, non si esaurisce la lista di epurazione forzata perché, stando alla cronaca giudiziaria, altri nomi seguiranno e Berlusconi non potrà che prenderne atto e trarne le conseguenze. Ciò che oggi determina questa situazione di instabilità nel Pdl non è tanto la discordia , ormai cronica, con i finiani quanto piuttosto queste forme di immoralità diffuse che , se non configurano un sistema di potere interamente corrotto, certo abilitano una questione morale che non può essere ignorata. Fino a questo momento il Cavaliere è stato a rimorchio degli eventi ed ha dovuto prendere atto di vicende che anche quando non presentavano risvolti penali erano politicamente insopportabili. A partire da adesso , se egli vuole conservare il consenso nel Paese , deve anticipare gli eventi e procedere ad una profonda revisione, nel partito e nel governo, passando dalle parole ai fatti. Solo questo può ridare nuovo impulso e nuova linfa alla sua azione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi