cerca

Aborto e ricovero

16 Luglio 2010 alle 11:00

Il giorno dopo che le linee guida del ministero della salute stabiliscono l'obbligo di ricovero anche per l'aborto farmacologico (nel rispetto della 194), ecco scoppiare il caso di un ospedale dove i medici "non obiettori" sono tutti assenti (in vacanza??) e non c'è nessuno che sia disposto a prescrivere la kill pill. Il tutto avviene in Puglia, ovvero in una delle regioni dove, fino a ieri, le donne venivano rimandate a casa per completare l'aborto. Ma tu guarda le coincidenze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi