cerca

Un sospiro di sollievo

15 Luglio 2010 alle 10:30

Il lungo, lunghissimo silenzio dell'Onu sul disegno di legge sulla riforma delle intercettazioni telefoniche era diventato insostenibile. Le giornate passavano, tra polemiche infuocate, accuse, manifestazioni, scioperi che disorientavano l'opinione pubblica, nella quale il silenzio delle nazioni Unite destava preoccupazione, poi la preoccupazioneè diventata ansia, tensione spasmodica. "Possibile che l'ONU taccia, faccia mancare la sua parola su una questione tanto importante. Possibile che non stigmatizzi la protervia di un governo tanto antidemocratico?!". Oggi finalmente accogliamo il pronunciamento della grande organizzazione con sollievo e con la certezza che si tratti di una buona legge.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi