cerca

Onu contro legge sulle intercettazioni..

14 Luglio 2010 alle 08:00

Il Sig Frank la Rue, che all'Onu si occupa di Human Rights, ed in particolare di liberta' di espressione, ha sentito l'irrefrenabile bisogno di chiedere con forza al Governo Italiano di abolire o rivedere la proposta di legge 1415 sulle intercettazioni investigative in quanto limiterebbe la liberta' di espressione e la liberta' di stampa. Nel suo intervento ha poi detto di voler confrontarsi nel 2011 con il Governo Italiano circa lo stato attuale dei diritti sopra citati, in una sua prossima missione, tramite una ricerca basata sui fatti. Ora, ci sono situazioni di vera e grave violazione dei diritti umani e della liberta' di stampa in tanti paesi, diciamo per esempio in Cina. Ma non ho mai sentito nessuno che all'Onu voglia "sfidare" il Governo cinese su questi aspetti. C'e' poi da dire che negli USA ad esempio, molti stati hanno leggi che non consentono la registrazione addirittura delle proprie telefonate senza il consenso esplicito del chiamato, quindi ben oltre il concetto stesso di intercettazioni. Insomma se chi si occupa di diritti umani facesse veramente quello che c'e' da fare non avrebbe tempo per riportare nello stesso intervento che il Consiglio d'Europa ha segnalato l'eccessiva lentezza del sistema giudiziario italiano, suggerendo poco velatamente che il lavoro dei giornalisti e la funzione del giornalismo investigativo e' una funzione di affiancamento al lavoro dei magistrati, serve ad accorciare i tempi ovvero giornalisti con funzione investigativa-giudiziaria in Italia e questa la chiama liberta' di stampa e di espressione..

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi