cerca

Il polpo profeta e Le Carrè

13 Luglio 2010 alle 08:30

Tre sono le cose interessanti dei mondiali. Schweinsteiger: un nome un cliché, calciatore tedesco, nome che sembra uscito da un romanzo di Le Carrè. Ex colonnello delle gestapo ora spionen della DDR. Vince la ex provincia romana con la puzza sotto il naso! Dotati di lingua sibilante e per nulla sensuale, ossessionata dall’essere la prima della classe come tutti i parvenu del mondo! E’ un orrore, e dovrei amare il calcio? Bellissima la canzone anti-italiana dei Tedeschi, stereotipo meraviglioso, quanto la risposta del nostro Dido. Infine lo strabiliante polpo Paolo, di origini Italiche. Ho letto che ha pronosticato, a modo suo, tutte le partite, compresa la finalissima. Temo diventerò animista. Qualcuno mi aiuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi