cerca

Ai detrattori della Chiesa

7 Luglio 2010 alle 16:00

Ok, il dogma dell'infallibilità del Papa è recente, i papi nella storia hanno avuto figli, fatto guerre, e via e via. Allora mettiamo che noi cattolici, finalmente illuminati dalla santa cultura laica, che tutto sa spiegare sulla nostra storia e sui nostri dogmi, l'aboliamo, la riduciamo in povertà, insomma la trasformiamo in quello che tutti, sembra, vorrebbero fosse. Avete pensato, voi non cristiani, alle conseguenze? Quanti servizi offerti alla collettività da quella insopportabilmente ricca chiesa verrebbero a mancare, quante missioni, quanti aiuti al terzo mondo, quante cure al prossimo. E poi pensate bene a un'altra cosa, cosa sarebbe stato il mondo senza la chiesa del secolo scorso, senza Giovanni Paolo II. Accetto il consiglio del Sig. Cremaschi, approfondirò la storia della mia Chiesa (perchè anch'io ne sono parte, sempre secondo uno di quegli assurdi dogmi), e tuttavia non troverò giusto cancellare quello che c'è di buono ora, in virtù delle malefatte del passato. A volte penso che alla fine, dal Vangelo in poi, il messaggio di Cristo (e con esso la nostra cultura, che ripeto fino alla nausea, non l'hanno inventato nel '700) è giunto fin qui anche grazie (e a volte nonostante)a questa insopportabile, ricca, chiesa cattolica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi