cerca

Se al processo del Maxxi parlassero i sondaggi

6 Luglio 2010 alle 18:30

Oggi la Federculture (un nome sindacaleggiante che avrebbe fatto venire i brividi ad Adorno) istituisce al Maxxi di Roma un processo al governo per i tagli a mostre e musei. Il povero sottosegretario ai BB.CC. invitato a discolparsi si batterà il petto, peggio del suo bonario ministro, di fronte ad assatanati inquisitori che chiedono milioni di euro per le loro frivole installazioni. Ma se invece si rispondesse loro con i sondaggi, alla maniera del Cavaliere (pensate un po' che irritazione in quegli ambienti!),e in special modo con i sondaggi recentissimi di Mannheimer: solo il 4% è vagamente interessato alla cosiddetta arte contemporanea. Il resto guarda con pazienza alle spese pazze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi