cerca

Francia - Italia 1-1

6 Luglio 2010 alle 14:36

Fuori entrambe dal mondiale, i due paesi continuano la partita dello sviluppo dello Stato, e l'Italia giunge al livello di sviluppo dello Stato transalpino con appena 3,5 secoli di ritardo. Il berlusconiano "ghe pensi mi" fa il pari con "L'état c'est moi" di Luigi XIV, rappresentando la stessa debolezza; si, debolezza, perchè la frase dell'ex monarca francese piuttosto che la forza del Re rappresentava la limitata valenza ed esistenza dello Stato. Allora, in Francia, una pletora di cooptati viveva delle prebende del monarca ed un popolo lasciato a se stesso non si inseriva mai nel tema della vita di corte; oggi un gruppo di politici vivono nell'orbita e nell'obbedienza del leader, in un gruppo nel quale non si ammette discussione delle idee del capo, mentre il popolo vive una realtà che nulla ha a che vedere con la politica di corte. Di questo passo, con un po' di fortuna, i nostri trisnipoti vedranno l'alba della prima (seria) Repubblica Italiana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi