cerca

Langone l'idolatra

5 Luglio 2010 alle 17:30

Mi sembra che l'articolo recente di Langone sia solo una invettiva contro Mancuso e similari più che una risposta ai quesiti posti dall'articolo precedente, appunto di Mancuso. In fondo Mancuso è di quelli che ritengono che il cristianesimo sia un'altra cosa e non quello praticato dalla "sposa di Cristo", che è un sostituto del Dio cristiano, una controfigura agente nel mondo con tutte le scaltrezze e accorgimenti politici, ma che a Langone come forse alla massa dei cosidetti cristiani è il vero oggetto da adorare. Quindi idolatria a tutto campo, che va bene per la gran parte dei cattolici. Il problema mi sembra ci sia e non basta esorcizzzarlo con delle invettive alla Langone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi