cerca

Il Palio di Beirut/ 3

5 Luglio 2010 alle 16:51

Coloro che esprimono dotti e sapienti pareri di critica d'arte cattolico-militante hanno una minima idea delle precedenti interpretazioni fornite da artisti dalle provenienze più disparate riguardo al drappellone del Palio di Siena. Qualcuno ricorda la Madonna obesa di Botero, o quella col passeggino di non ricordo chi. E altri ricordano che pittori di stretta fede marxista-leninista come Guttuso hanno dipinto il Palio in anni di guerra fredda senza che nessuno neanche pensasse a proferire contumelie di protesta (oggi immagino che articoli su Libero o sulla Padania). La realtà è che il Palio di Siena resta sempre lo stesso ma purtroppo il mondo che lo circonda peggiora a causa di concezioni integraliste a sfondo vagamente razzista.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi