cerca

Langone e la "mimetica" fogliante

3 Luglio 2010 alle 10:00

Da tempo assisto con malinconico stupore alla mutazione genetica di un giornale a cui sono abbonato perchè ne condividevo la vena polemica e critica. Ho digerito male la scomparsa di alcune firme ma la risposta di ieri di Langone a Mancuso ha ormai per me il valore di una rivelazione definitiva. Non riesco più a trovare in queste pagine e in quelle di HPC il piacere di una lettura critica: lo stereotipo di una crisi culturale e morale generata da scarsa obbedienza e individualismo sfrenato, a cui bisogna rispondere con la riappropriazione della sacralità dell'oggetto (questa sì "girardiana" caro Langone!), della tonaca, dei tabernacoli disossati, degli inginocchiatoi, con il recupero dei Santi, degli Eroi, dei Ricchi che solo appartengono alla Destra Divina cara a Langone assume sempre più il carattere di una vera battaglia ideologica, condita di retorica tardodannunziana. Se possibile, ridatemi il respiro del Foglio del tempo che fu.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi