cerca

Da che mondo è mondo

2 Luglio 2010 alle 14:20

Gustosissimo ed illuminante l'articolo di Stefano Di Michele a proposito di spie e scandali nella Venezia settecentesca. Chissà se qualche moralista dell'ultima ora rifletterà sul fatto che nulla è cambiato da che mondo è mondo e la finirà di considerare questo nostro periodo storico e questa nostra classe dirigente come la più corrotta e depravata di ogni tempo. Un po' come sembra accadere dall'elezione di papa Benedetto XVI, al quale si imputano tutti i mali della Chiesa quasi ne fosse l'unico ed assoluto responsabile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi