cerca

Anima, mi permetti una riflessione?

2 Luglio 2010 alle 17:21

Non so se chiamarti alla glaciale maniera cibernetica “pattern dell’io”, tu che scambi ininterrottamente informazioni con la materia che governi, oppure anima, come Tommaso quando sosteneva che emergi dal corpo, ma una cosa mi pare certa, e cioè che tu esista grazie alla capacità di aggrapparti a delle molecole. Però, permettimi, come farai quando le tue molecole periranno? E come fai, adesso, a sussistere quando l’intero cervello non ha, materialmente, una molecola di quelle che lo costituivano un paio di mesi fa, se insomma il cervello è morto pian piano sostituito da un altro, tu, anima (ho deciso infine di chiamarti così) sei quella del primo cervello (ma non sei sparita con la morte delle sue molecole) o sei una’altra?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi