cerca

Benzina sul fuoco.

29 Giugno 2010 alle 08:30

Fini seguita fare da tappo in nome di giustizia e libertà, mai una volta che parlasse di lavoro. Seguita nel cercare di spezzare la maggioranza che per il momento resiste anche grazie alla lega e forse al fatto che non sono ancora passati 2 anni e 6 mesi. Insomma un Presidente della Camera che non perde occasione per criticare la sua stessa maggioranza e mettere un freno alle riforme, dopotutto basterebbe una dichiarazione firmata e bollata dal Presidente del Consiglio in cui decreta il suo successore per far finire tutto, ma poi Tremonti chi lo sente? Ora, se il presunto piano di Fini di staccarsi andrà a buon fine avremo la nostra crisi di governo per metà autunno, e sia mai che si vada a elezioni in tal caso, il popolino alle urne c'è lo portano loro e non certo in un momento in cui si rischierebbe di creare un partito del nord e uno del sud, per spezzare definitivamente l'Italia senza bisogno che nessuno faccia il federalismo. Intanto il Cavaliere nomina Brancher; che è più o meno come consegnare una bella tanica di benzina a Fini. Non c'è che dire, le stanno provando tutte per cercare di mandarsi a casa da soli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi