cerca

Protagonismo critico

26 Giugno 2010 alle 10:00

La cosa più bella di ieri pomeriggio è stato il dopo partita. La nazione italiana era diventata un vespaio, tutti dicevano la loro e annuivano con il capo senza ascoltare perché mentre l’interlocutore parlava bisognava pensare a cosa dire dopo. Forse la sconfitta ha riunificato gli italiani nell’avversione verso Lippi. Una vittoria non avrebbe fornito la stessa voglia di parlare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi