cerca

Non mi piace sparare sulla croce rossa...

26 Giugno 2010 alle 12:00

Ma all'indomani della sconfitta qualche ragionamento così, anche senza un senso logico, a ruota libera, forse è utile. 1) Per due volte abbiamo perso la possibilità di organizzare gli europei. Di fatto il gota politico del calcio italiano conta, fuori i confini, veramente poco. 2) Abete era il vice di Carraro, che credo ancora membro del CIO e fino all'anno scorso dell'UEFA. La staffetta era programmata. Abete, lo conoscete bene no, possiede una unica ed evidente caratteristica: parlare con la gola, dato che dal punto di vista del carisma e della lucidità manageriale stiamo vicino allo zero assoluto. E non mi pare abbia intenzione di farsi da parte. 3) La coppia Donadoni-Albertini (sicuramente "signori" e senza scheletri nell'armadio) non ha però brillato, dal punto di vista calcistico e di risultati, e ciò dimostra che non basta avere i piedi buoni per diventare protagonisti del calcio non giocato. Il futuro lo vedo abbastanza buio. Sta prendendo piede l'ipotesi del doppio passaporto, per garantirsi in nazionale ricambi all'altezza. Non mi convince. Anche se alcuni accorgimenti mi sembrano ormai indispensabili. Il calcio, vuoi o non vuoi, ha cambiato pelle. La globalizzazione ha punito la vecchia Europa e peggio l'Italia. Non si può evitarla. Ma non si può spalancare il portone a chiunque. Se è accettabile un'Inter priva di italiani, fa venire il mal di pancia un'Italia con atleti di tripla nazionalità. La riorganizzazione strutturale dei campionati, con idee che guardino sia ai club che alla nazionale, può avvenire attraverso "imposizioni democratiche". E' però necessaria una FGCI forte e lungimirante. Tre minuscole proposte: nei club, utilizzo obbligatorio di giovani under 21. Incentivazione dei vivai. Introduzione di "regole etiche" più definite e premianti. Poco, molto poco, lo so. Ma davvero, a questo punto, l'"avere qualche idea decente" rappresenterebbe il massimo. Qualcuno che le ha perciò si faccia avanti. Porte aperte alla italica creatività.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi