cerca

Osteria Numero Venti in Sudafrica

23 Giugno 2010 alle 15:06

La dottoressa Sonner Ehlers - quella che ha inventato Rape-aXe, il primo aggeggio "mondiale" che fa diventare realta' il peggiore incubo del maschio - pensa che un criminale disposto allo stupro, possa trasformarsi improvvisamente in cucciolo di barboncino che guaisce e fa caicaicai nel momento stesso in cui avverte una specie di morso o altri dolori "indescrivibili" al suo "mellor amigo". E si illude che tale criminale vivra' questa situazione con una percezione rassegnata - o con paura - senza voler ritorcere sulla vittima, gia' scelta per lo stupro, la maggiore veemenza e violenza dovuta al dolore inusitato oltre alla rabbia provocata dalla prospettiva di una certa condanna al carcere a cui andra' incontro. In altre parole, la dottoressa Sonner Ehlers non sa di aver inventato cio' che trasformera' un numero incredibile di violenze carnali in possibili omicidi, esponendo il sesso feminile a un pericolo persino superiore al rischio che la sua invenzione avrebbe voluto ridimensionare, esattamente come accadrebbe per qualsiasi altro tentativo di farsi giustiza da soli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi