cerca

Le vite degli altri

19 Giugno 2010 alle 16:00

Alcune settimane fa la televisione ha trasmesso il film tedesco "Le vite degli altri" che mostra sino a che punto di violenza può giungere un sistema, ad opera della Stasi della D.D.R., nel controllo sistematico della libertà dei cittadini, e dell'uso strumentale che ne fa chi attraverso di esso pretende di difendere la collettività. Che alla fine un poliziotto si accorga dell'assurdità del sistema e sacrifichi la sua stessa reputazione per la verità, è un miracolo che può accadere, anche nelle situazioni più disumane. Ho sperato inutilmente che tale visione modificasse la mentalità di molti in Italia, appassionati di questi sistemi. L'immoralità consiste nel fatto di non riconoscere l'evidenza che la persona umana è un mistero inviolabile per chiunque.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi