cerca

Pannella è un grand'uomo

15 Giugno 2010 alle 17:00

Ho ascoltato la conversazione domenicale di Pannella. A parte il fatto che ho capito poco il suo pensiero (forse perchè lo stesso Massimo Bordin che lo intervistava ogni tanto faticava a fargli riprendere il filo del discorso) devo ammettere che Pannella è un grand'uomo. Infatti, con quale paterna bontà si doleva di dover criticare il pensiero di Giuliano Ferrara ("quasi Togliattiano") riconoscendo tuttavia l'intelligenza e il modo interessante con cui affronta i ptoblemi. E anche del Pontefice, con molta umiltà riconosceva la sua grandissima cultura anche se poi doveva osservare che non che agisce senza una linea politica di principio ma affronta i problemi come gli capitano "un po' comme fa Berlusconi." Di quest'ultimo, , bontà sua, continua a ripetere che tutti i mali della nostra democrazia non sono provocati da lui che, anzi, ne è un prodotto e le cose non andrebbero così male se dessero retta a Pannella e ai radicali. Pannella fa del tutto per farsi ascoltare ma hanno tutti paura che li possa far sfigurare, perciò quasi sempre censurano quanto dice. Sì, Pannella è un grand'uomo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi