cerca

Forse un giorno sapremo tutto... (senza sputtanarci)

14 Giugno 2010 alle 15:30

Quando rivelo agli amici (veri o virtuali) questioni private, intime e di coscienza, lo faccio solo se sono utili e interessanti a loro o al discorso che si affronta. Altre cose le conosce solo il mio confessore. Il mio Signore che vede tutto sicuramente non mi sputtanerà in questa vita. Quello che poi accadrà il pomeriggio dell'ottavo giorno è un'altra dimensione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi