cerca

Il mistero dell'euro/ 2

8 Giugno 2010 alle 13:00

Io prendevo 2 milioni (e qualcosa), adesso prendo 2mila euro (e qualcosa). Vabbè, sintomo imbarazzante di una non folgorante cariera, ma io sto come prima. Quindi nessun mistero: è raddoppiato più o meno tutto. Tranne ovviamente lo stipendio di chi ha cominciato a lavorare dopo di me che, per ragioni che con l'euro hanno poco a che fare, tende a somigliare a quello di un cinese. E tranne pure il debito pubblico (più che raddoppiato) sintomo del fatto che (destra o sisnistra) continuiamo a piangere e a "fare l'amore". E possiamo farlo grazie all'euro, che, se fosse per la lira, il caffè lo acquisteremmo con la cariola come nella Germania di Weimar. E quindi forse è vero: tanto peggio tanto meglio. Via l'euro, subito, e comincino le danze, quelle vere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi