cerca

Donne in pensione a 65 anni/ 3

7 Giugno 2010 alle 15:01

Il pensionamento delle donne a 60 anni avrà due importanti effetti, di cui non si parla. In pieno possesso delle proprie capacità fisiche e mentali le nonne sessantenni sono ideali per accudire i nipoti e, in genere, ne sono ben felici; in molti casi questa è la naturale risoluzione di problematiche familiari non risolvibili se non affidando i nipoti a sconosciuti, visto che i genitori normalmente lavorano tutti e due. Per secoli questo è stato un modo fisiologico di far crescere la famiglia: prolungando il lavoro delle donne, renderemo ancora più nucleare il gruppo-famiglia e daremo un'altra piccola mazzata alla natalità. Se poi le nonne di oggi sono arrivate al punto di reputare degradante cambiare i pannolini ai nipoti, allora alziamo le mani e ci teniamo la società che ci siamo costruita senza possibilità alcuna di correzione. Altro problema. I lavori usuranti danno diritto ad una pensione anticipata, dicono: giusto! Qualcuno si è reso conto che la stragrande maggioranza della donne italiane, non potendosi permettere una colf a tempo pieno, ha svolto per decenni e regolarmente due lavori, di cui uno senza un giorno di ferie? Altro che usura!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi