cerca

Calderoli e i sacrifici dei calciatori

7 Giugno 2010 alle 21:00

Calderoli chiede che i calciatori contribuiscano e facciano "sacrifici" perché c'è la crisi. Alcune domande da rivolgere a questa persona: 1. Qual è il contributo che lui e i suoi sodali parlamentari, ministri e politici in genere daranno in concreto e di tasca propria ai sacrifici che tutto il paese, a suo dire, deve fare? 2. Non si potrebbe prima pretendere che le società di calcio siano amministrate esattamente come tutte le altre società, invece di proteggerle con sgravi, aiutini e decreti spalmadebiti? 3. Come può un esponente di un partito sedicente "liberista" invocare il taglio di contratti come quelli dei calciatori, che sono liberamente stipulati sulla base della domanda e dell'offerta? 4. Non sarebbe più semplice ottenere questo contributo dai ricchi contratti dei calciatori per via fiscale? 5. Il tentativo di dirottare l'invidia popolare dai politici sui calciatori non servirà ad evitare la considerazione che i calciatori, in fondo, possono produrre uno spettacolo gradevole, a differenza dei politici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi