cerca

Quel vescovo sulla nave dell'odio

4 Giugno 2010 alle 11:09

Le gerarchie della Chiesa di Roma sono sempre state inclini alla depravazione, ma in fondo esse si sono anche sempre impegnate a conservare integra e a difendere la Verità di cui la Chiesa è bimillenaria custode. Da qualche tempo, col prestesto del dialogo, i pastori del gregge aprono le porte dell'ovile a razziatori di ogni sorta. Le acque pulite del Vangelo sono state contaminate con vari tipi di menzogne travestite da giustizia, pace, solidarietà. Il popolo di Dio è stato consegnato ai suoi nemici - papa Borgia non lo avrebbe mai fatto - ed il Vangelo tradito. Ora che farà il Padrone del gregge per salvare il salvabile, il "resto" che Egli ama? Dovrà smascherare i falsi pastori svelandone insieme tradimento e depravazione, mettendoli alla berlina del Suo popolo affichè questo si rifiuti di essere condotto inconsapevolmente al macello. Dio esiste, è uno solo e sa quello che fa. Che cosa sta facendo Dio per impedire il totale massacro del Suo gregge? Lo vediamo sulle pagine di cronaca giudiziaria, ogni giorno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi