cerca

Mamma, li Turchi!

2 Giugno 2010 alle 15:30

Per chi pensa la Turchia simile o vicina al vecchio continente, i recenti fatti sono un occasione per riflettere a partire dalle parole d’Erdogan. Le piazzate con bandiere bruciate (ricordo anche la nostra) sono quelle che si vedono a Damasco e altre realtà. I pacifisti esseri superiori? No di certo perché “gratta gratta” stanno sempre con Hamas o Talebani et similia, quindi stessa faccia stessa razza. L’Europa, come sempre, condanna come l’onustan; nessuno si aspetta molto da un espressione geografica! I morti sono morti ed era meglio se la vicenda non fosse accaduta. Quando vedremo realmente persone e organizzazioni che possono fregiarsi di essere pacifisti con la P maiuscola? Quando troveranno il tempo di essere ad Ankara per contestare e portare aiuti ai Curdi, oppure sfileranno a Karthoum contro il genocidio nel Darfour. Se preferiscono possono andare ad Islamabad e manifestare contro la segregazione dei Cristiani Pakistani, due gatti, che spesso sono bruciati vivi nelle loro chiese. In fondo basterebbe portare fiori sui luoghi dove centinaia di civili ebrei sono caduti per mano di un kamikaze. Temo che l’odio per Israele (e i Cristiani) sia troppo forte. Per questo si alleano con i Turchi e i loro simili che di queste cose se ne intendono parecchio. A me sembrano uno strano miscuglio di pacifismo unidirezionale di stampo Nazi-maoista. Infine, amici Israeliani, state un poco più attenti perché l’antisemitismo è ancora forte ovunque e rischiate un isolamento che farà male a voi e a noi che vi siamo amici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi