cerca

Un Giro che vola molto Basso/ 2

1 Giugno 2010 alle 16:00

Capisco le ragioni del Sig. Tassinari, però devo ammettere che con il ciclismo mi capita ciò che accade alla maggioranza degli italiani con Berlusconi. Ogni anno mi ripropongo di non vedere più né il Giro né il Tour, che tanto i ciclisti sono solo cavie da laboratorio riempite di ormoni ed autoemotrasfusioni. Poi arriva lo Zoncolan e distrattamente vedo Basso che mulina pedalate su pendenze assurde con espressioni che variano dal sorriso sardonico alle smorfie della più pura sofferenza. In cinque minuti vengo di nuovo rapito dalla magia del ciclismo e rimuovo dal mio cervello ogni dubbio di doping (fino alla botta successiva). Così avviene anche agli italiani con Berlusconi. Da quasi vent'anni disattende le promesse di riforme ed abbattimenti fiscali, e noi incominciamo a pensare che mai più ci faremo abbindolare. Poi arrivano le elezioni, e ricominciano promesse di rivoluzioni, opere pubbliche, ponti, eserciti, centrali e chi più ne ha più ne metta, e così ancora una volta in pochi minuti ci dimentichiamo del triste passato e ci lasciamo affascinare dalla sempre più improbabile attesa di un' età dell'oro che non arriverà mai.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi