cerca

Le mani in tasca

27 Maggio 2010 alle 08:00

Nel documento finale del recente XVI congresso della CGIL si legge, tra i dieci "punti fondamentali": "Garantire che le future pensioni del sistema contributivo non siano inferiori al 60% dell’ultima retribuzione, anche attraverso interventi fiscali". Il Segretario Epifani ieri a Ballarò lamentava che la dilazione di pagamento del TFR sia una forma di prelievo. Ci dica allora quali interventi fiscali siano accettabili, ma senza ri-mischiare le carte: definire la prima casa Patrimonio (tecnicamente lo è, ma per carità...) per riaprire la polemica dei minori trasferimenti agli Enti locali è fuorviante. E con i 1.600 milioni dell'ICI (questo fu il calcolo della CGIL, che parlò di provvedimento "spot" proprio per l'esiguo risparmio degli Italiani) vorrebbe finanziare l'assunzione dei 400.000 precari della pubblica Amministrazione?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi