cerca

Il prezzo della Giustizia in democrazia

24 Maggio 2010 alle 17:53

Quand’ero bambino mio padre per spiegarmi cos’è la Giustizia in uno Stato democratico mi faceva un esempio: sono meglio 100 criminali liberi di un solo innocente in prigione. Penso fosse lo stesso principio di quello che oggi chiamano garantismo. Eppure tutti i garantisti, oggi, sostengono che sia meglio intercettare cento persone innocenti e rendere possibile (di fatto) la divulgazione di queste intercettazioni, con tutti i danni morali e materiali conseguenti, piuttosto che non intercettare un solo delinquente. Non riesco a trovare coerenza fra queste due posizioni e affinché la Giustizia si possa scrivere con la G maiuscola la coerenza, ossia l'uguaglianza di fronte alla legge, deve essere alla base di ogni decisione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi