cerca

DNA sintetico

21 Maggio 2010 alle 15:30

Da decenni si ipotizza l’uomo soggiogato dai robot. L’ho sempre ritenuta solo fantascienza. Il robot è una macchina meccanica pertanto molto vulnerabile. La “produzione” di un DNA sintetico in grado di riprodursi apre invece dubbi molto più seri. Siamo sicuri che potremo sempre e comunque controllare la capacità riproduttiva di questo organismo? Siamo sicuri che non saranno in grado di evolversi e di modificarsi per poi essere in grado di riprodursi a dismisura? Siamo sicuri che un giorno saremo in grado di dire “basta sono troppi, diventano pericolosi perciò fermiamoli”? La scienza deve comunque andare avanti ma la politica, da subito, e sottolineo da subito deve porre dei binari inderogabili, in accordo con gli scienziati, entro i quali gli scienziati stessi dovranno operare. Il primo ineluttabile dovrà essere la capacità di controllare la diffusione dei nuovi organismi viventi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi