cerca

Eppure le librerie grandi mi piacciono

20 Maggio 2010 alle 10:30

Sono una lettrice tardiva, cioè, ho iniziato tardi ad appassionarmi, a scuola leggevo diligentemente i vari Verga, Svevo, Zola, quasi per dovere, poi all'università, vagabondando per Firenze, entravo alla Feltrinelli e ci passavo un'ora buona, divorando tutti i retrocopertina e facendo le mie personali selezioni. Mi son fatta il mio gusto, leggo per puro divertimento, la notte, il mio comodino è sempre stracarico, ma devo costantemente rimpinguare le scorte, se non vedo la pila accanto a me mi sento male. Pubblicano di tutto, è vero, ma io cerco e trovo sempre, e nei miei vagabondaggi tra gli scaffali ho conosciuto Henry James, Somerset Maugham, Nemirowsky, Philip Roth, Sandor Marai e anche Camilleri e il mio conterraneo Nesi e potrei continuare. E guardate che partivo da zero, non ho fatto il liceo classico, giurisprudenza poi... (certo, Dostojewski era più facile e piacevole di diritto amministrativo, per fare un esempio), insomma non ero acculturata particolarmente. Quell'enorme libreria (ed un'altra piccolissima in Versilia, che amo alla follia) mi ha dato lo start, e sono anni che mi diverto come una pazza a leggere retrocopertina, poi torno a casa e la sera, può cascare il mondo, vado a letto con un libro succulento tra le mani. Il fatto è questo, non è necessariamente un errore pubblicare di tutto, è un errore far pensare alle persone che leggere sia difficile,(e gli snob sono maestri in questo, ti fanno arrendere anche prima di cominciare, è come se non ti facessero sentire all'altezza) pensare che Borges non sia divertente, e per divertente intendo dire qualcosa che ti prende, che non vedi l'ora di fare alla fine della giornata, è un errore gravissimo non avere fiducia nella voglia di esplorazione dei lettori, anche quelli un po' cialtroni come me. C'è un libro di Elizabeth Strout, c'è una signora che si compra Flaubert per non apparire ignorante davanti alla figlia, e alla fine si trova a parlare con madame Bovary, quasi fosse vera...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi