cerca

Connubio storico dietro l'angolo?

19 Maggio 2010 alle 07:30

Ammettiamo ipoteticamente possibile che l’Udc di Casini e Cesa sia realmente disponibile al “Connubio” con Rutelli, i cattolici moderati di Pd & Finiani e PdL dissidenti: ammettiamolo. Ma chi dovrebbe fidarsi di due galli della Checca e di un gallo cedrone nello stesso pollaio? Cominceranno a beccarsi fra di loro, poi a svolacchiare, poi a starnazzare fino alla zuffa vera e propria che porterebbe tutta la coalizione alla baraonda: una prospettiva che non sfugge a quelle vecchie volpi dei connubiali. D’altronde, non sarebbe la prima volta nella storia del nostro Paese che certi connubi politici abbiano dato luogo a politiche alte dalle quali i cittadini hanno ricevuto tutto e il contrario di tutto: ma non sarebbe questo il caso. Qua si compete per chi deve essere il primo del POLLAIO, non c’è idealità alcuna che possa far credere ai POLLITOLOGI che l’unione di forze spurie sia la premessa a governi stabili ed efficienti. Se il calembour m’è concesso, un casino fra i Casini. Mi sbaglio? Sarà, ma l’esperienza decennale della storia italiana mi autorizza a credere che se un Partito non è “AUTOREVOLE”, con un capo carismatico e deciso, non ci potrà mai essere una leadership tranquilla e costruttiva. Tutte mezze figure, tarmate dalla smania di essere, e disvelatesi stronze nel bel mezzo della traversata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi