cerca

La chiesa teme la vera religione, dice Prosperi

18 Maggio 2010 alle 20:08

Letta l'intervista a Prosperi e non comprendo quale sarebbe la vera religione che la Chiesa temerebbe. Ci ho invece tovato la solita sequela di citazioni di Macchiavelli e i soliti riferimenti ironici e disinformati alla fede del popolo, tipici ci certi superficiali discorsi laicisti. E' vero che, come sostiene Prosperi, al fin fine siamo italiani perchè siamo culturalmente cattolici, ma anche se visto solo come mito unificante, direi che il cattolicesimo tutto sommato funziona meglio del mito dell'impresa dei mille o di quello del "re galantuomo" (mai capito perchè "galantuomo"; perchè era galante con le signore?).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi