cerca

Un uomo solo al comando

27 Aprile 2010 alle 08:00

Il dirigismo centralista, mascherato da liberismo democratico, utilizza da un po’ una parolina magica che solo ad accennarla vengono i brividi: “la deriva plebiscitaria”. Se poi c’è l’aggiunta di “e populista”, allora siamo al regime. Strana la vita. La deriva, ci spiegano, è un fenomeno perverso della democrazia, una spigolatura patologica. Se un leader (o un partito) si arroga la facoltà di governare, c’è la deriva. La cosa peggiore che a un paese non sudamericano può capitare è scivolare nella deriva plebiscitaria. Questa maledetta deriva, invece è il frutto di una abile distorsione linguistica. Infatti spesso scopriamo che “quell’arrogante di derivato” trova la sua ragione nel voto. Popolare, libero, ragionevole, privo di brogli. Ma nel voto. Tutto OK? Manco per idea. Se per caso si supera una soglia, che dico, del 60-70%, ecco che scatta la trappola. Una forte maggioranza di popolo crede in una idea, in un partito, in un governo? Lo vota liberamente? Beh, se sono in troppi, non va bene. Siamo alla deriva. La verità è che è un pericolo perchè mina gli equilibri raggiungibili sottobanco, depotenzia le alleanze, sminuisce i poteri bilanciatori, annulla i tradimenti, fa in modo che il voto singolo capace di far cadere o mantenere in sella un governo, una maggioranza, sia ininfluente. Davvero troppo. Il successo di un partito, di un uomo, non deve superare il 30-35%. Mai esagerare. Nel caso in cui invece il 98% decidesse di affidarsi ad un'unica alternativa, abbiamo solo tre possibilità. Che gli intellettuali denuncino il tutto alla Corte di Strasburgo. Che se invece fosse Epifani ad ottenere questa percentuale bulgara (non cito D’Alema, per ovvi motivi di credibilità dell’esempio), allora si tratterebbe del trionfo di un uomo che, in base alla propria competenza-carisma, ha ricevuto il consenso che merita. Il terzo caso è che si tratta dei movimenti di Fini. Ma qui chiudo. I 2000 caratteri utilizzabili sono fortunatamente esauriti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi