cerca

Altro che dramma: questo è un partito con le palle

23 Aprile 2010 alle 12:23

Ciò che abbiamo osservato e vissuto è un evento storico. Mai visto prima. Che dovremo raccontare e analizzare a mente più fredda. Da registrare su hard disk per riviverlo nei momenti più bui. Da mettere su DVD per portarlo nei corsi di formazione. Un evento la cui portata (mediatica, di contenuto, umana, emozionale, di potere) è stata gigantesca. Non fermiamoci alle apparenze. Un partito politico, un capo di governo, il presidente di una camera, un manipolo di uomini alcuni dei quali con poca storia, altri con molti onori, davanti a tutti, in diretta TV, mai aveva dibattuto con questi toni, senza vergognarsi, apertamente, senza trappole o accordi dell'ultima ora. Mai. Santa Dorotea, mi verrebbe da dire, se ci sei batti un colpo. A volte la PDL mi era sembrata come la vecchia DC. Non oggi, però. La resa dei conti, l'asprezza, la passione dei toni ci ha fatto vivere momenti di sincera emozione. Il volto dei protagonisti, una maschera trasparente, ce li ha fatti vedere dentro come mai prima. La battaglia per stabilire chi comanda: una lotta tra animali selvaggi. Ma proprio per questo sincera, istintiva, senza trucchi. La mia sintesi è quella di aver visto una organizzazione viva, piena di energia, mai doma. Insomma un partito con le palle quadrate. Ora però, mostrato al paese cosa significa per voi "discutere, litigare, allearsi, rompere, dividersi", sappiate che ci aspettano tre anni difficili. E, dimostrato a tutti che avete le palle, usatele per modernizzare questo stramaledetto paese. Perciò, al lavoro, non ci sono più giusti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi