cerca

E se esplodesse il Vesuvio

16 Aprile 2010 alle 11:30

Da casa mia lo ammiro, è maestoso, bellissimo.D'inverno talvolta è coperto di neve o di nubi. Eppure noi campani sappiamo che prima o poi ci sarà il grande botto che distruggerà tutto. Sappiamo che a differenza dell'Etna, non vedremo il magma scendere con dolcezza fino a quasi accarezzare i terreni circostanti. No, il nostro Vesuvio è molto cattivo ed esploderà come è successo tante volte nella sua storia millenaria. Gli esperti prevedono una emissione tale di ceneri che persino Reggio Calabria ne resterà completamente coperta. Ha una camera magmatica di 200 dico 200 km di larghezza: insomma è un mostro terribile. Le vie di fuga sono praticamente inesistenti. La rete di sorveglianza sismica è eccellente ma non ci salverà dalla distruzione. Migliaia di voli sono stati sospesi ora che il vulcano islandese è in eruzione ma noi che viviamo sempre in sospeso cosa faremo, dove andremo? Il problema riguarderà comunque l'intera Europa eppure nessun Governo si è mai seriamente preoccupato di una eventuale esplosione non eruzione del nostro vulcano. Da campana non posso fare altro che affidarmi alla protezione di San Gennaro che in passato, per fortuna, si è dato da fare per limitare i danni.Forse varrebbe la pena di pensare seriamente alle conseguenze tremende di un evento del genere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi