cerca

Le lenzuolate della libertà/ 13

8 Aprile 2010 alle 10:45

Finalmente un liberale vero (l'amico Terlizzi) ha sentenziato in modo ineccepibile. Tariffe? difesa degli utenti? La proposta Alfano è oscena, meglio Bersani. La contrattazione fra prestazione professionale e cittadino deve essere libera. Sarà il mercato, vietando "cartelli", a determinare la cifra del compenso, tenendo conto della capacità riconosciuta di un professionista rispetto ad un altro. Vale per chi lavora in azienda, in fabbrica e per chi commercia; non vale ovviamente per gli avvocati, notai e giudici. Tutti uguali perchè casta inamovibile. Lo sfascio della giustizia non è solo colpa dei magistrati,ma anche dell'ordine forense che ha tutto l'interesse ad avere tempi lunghi per una sentenza così guadagna di più. Se le riforme sono di questo tenore stiamo freschi. Alfano si colloca nell'orbita di Di Pietro ma da un angolazione diversa. E' inconcepibile!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi