cerca

Le lenzuolate della libertà/ 9

7 Aprile 2010 alle 18:00

Mi occupo da anni del sistema tariffario forense e l'abrogazione dei c.d. minimi di tariffa post decreto Bersani non ha avuto riflessi benefici sui cittadini, come erroneamente previsto. Grande bufala, poi, il pensare che l'abrogazione dei minimi di tariffa serva ad avvantaggiare i giovani professionisti: chiunque abbia un minimo di esperienza nel settore di liquidazione di parcelle forensi sa perfettamente che le cose non stanno così. Di certo, per contro, l'abrogazione dei minimi ha avvantaggiatio gruppi bancari ed assicurativi che hanno sostanzialemente imposto convenzioni al ribasso ai propri fiduciari. Segnalo, infine, che la nostra professione contava nel 1989 circa 40.000 iscritti alla Cassa Forense. Dopo il mutamento dell'esame di abilitazione post 1990, siamo giunti a circa 200.000: ci siamo liberalizzati da soli, evidentemente... Altro discorso è quello di verificare strade diverse e più opportune per far sì che ci sia un sistema tariffario che abbia un occhio di riguardo anche verso il cittadino-consumatore: ci stiamo lavorando nel Triveneto e sono convinto che potremo dare il nostro contributo al Consiglio Nazionale Forense, all'Organismo Unitario dell'Avvocature e, di riflesso, al Ministero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi