cerca

La Chiesa oggi

7 Aprile 2010 alle 17:00

La Chiesa ha bisogno di una svolta didascalica. Benedetto XVI potrebbe benissimo compierla, per la sua storia e la sua visione. Ci sono aspetti teologici da colmare, primo tra tutti la collocazione chiara della sofferenza degli innocenti, quindi la teodicea. Siamo ancora fermi a Giobbe + improvvisazioni del sacerdote di turno. Mentre è abbastanza chiara la posizione della Chiesa sulla tutela della vita in generale non lo è affatto per quanto riguarda - ad esempio - la contraccezione. Anche qui comunque nonostante l'argomento sembri "pratico" entra in gioco il nocciolo fondamentale della Fede, questa volta rappresentato dal modo in cui Dio agisce nel mondo fisico. In che misura il "dito di Dio" tocca la nostra vita, quindi la fisica (natura)? Sono questi i temi fondanti, questi e la Vita Eterna. Ma ne parla Mancuso, anche se con risposte - a mio avviso - assolutamente insoddisfacenti, mentre i Vescovi commentano il giornale o il telegiornale. La Chiesa viene tirata per la giacchetta su temi che non sono quelli importanti, quelli che contano. La svolta didascalica sta qui. La differenza tra un papà (ogni papà è un piccolo Papa, in famiglia) cattolico ed un altro non è che il papà cattolico sia meglio o meno peccatore, ma che parla ai propri figli delle cose della vita, quelle vere, quelle metafisiche. Che sono maledettamente Fisiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi