cerca

Vincere/ 3

6 Aprile 2010 alle 09:30

Per quanto riguarda il darwinismo e la polemica intorno ad esso confesso che è un tema che mi appassiona relativamente. Per mia esperienza posso però dire che non ho mai conosciuto (di persona o per letture di articoli o libri) gente più dogmatica ed intollerante di certi darwinisti e di certi razionalisti atei. Il che, ammetterà, è una bella contraddizione nei termini. Quindi un pò di ulteriore fuffa polemica sul darwinismo la prenda, almeno, come uno spunto per ricordarsi che l'essenza di tutte le teorie scientifiche è la loro falsificabilità e che nessuna di esse , ma proprio nessuna, può dirsi vera in assoluto e per sempre. Infine, la prego, non parli di "solita roba" riferendosi ai commenti sull'aborto chimico. A parte il rischio, che così corre, di ferire la sensibilità di persone che pensano che quella pillolina lì uccida a tutti gli effetti un bambino, penso che nel dire questo a lei sfugga invece che l'aborto chimico è al contrario un fatto assolutamente nuovo, oggettivamente nuovo. E in quanto tale, vista la grandissima delicatezza della materia e la grandissima complessità degli aspetti etici, emotivi e di salute su cui va ad incidere, impone riflessioni e valutazioni nuove, attente, approfondite. Riflessioni e valutazioni che possono ovviamente portare anche alle piene approvazione e condivisione dell'uso della RU 486, ma che comunque è un bene per tutti che vengano fatte, così come è un bene che vi siano anche scontri e confronti accesi su questo argomento. Alla fine penso sia un bene anche per gli atei dogmatici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi