cerca

Zona Cesarini

1 Aprile 2010 alle 13:00

Pier Luigi Bersani, accusato di avere subito passivamente la calata nel Lazio di Emma Bonino e non avere considerato per il Piemonte il dialogante Sergio Chiamparino piuttosto che l’accentratrice zarina Mercedes Bresso, si è difeso. Ha detto che probabilmente, in alcune zone, la presa di posizione negli ultimi giorni della Chiesa attraverso le parole del Card. Angelo Bagnasco può avere spostato dei voti, però la sfortuna è stata talmente grande che in Lazio e Piemonte è come "avere preso due pali in zona Cesarini". L'oriundo Renato Cesarini era però famoso per fare gol negli ultimi minuti, non per prendere pali. Diamo a Dio quel che è di Dio e a Cesarini quel che è di Cesarini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi