cerca

La lista.

27 Marzo 2010 alle 12:00

1) Sempre vessato da sopruso, e delitto di lesa maestà se non ha una trasmissione: Santoro un po’ il vittimista, un po’ il realista. 2) Un libretto di proscritti, a volte prescritti ma spesso assolti, per ogni inchiesta: Travaglio l’archivista. 3) Ci ha ricordato, Annalena, il suo attivismo a reperire firme: Saviano l’appellista. 4) Salti mortali per avere più visibilità: Bersani un po’ il trapezista, un po’ l’assenteista. 5) Tutti ladri, mafiosi…e da galera: Di Pietro il giustizialista 6) Mille e più battaglie, sempre laiche e sempre radicali, però sempre là finisce: Bonino l’abortista. 7) Chiesa e preti vade retro: Bresso la laicista. 8) Piace ma si piace ancor di più: Vendola il narcisista. 9) Poi Benigni il regista, Piovani il pianista, Celentano l’ecologista… 10) E in ognuno di loro un pezzo, più che di comunista, di sporco capitalista. Ma perché non lo chiamano centrosinista?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi