cerca

Una moratoria contro il fuoco amico

17 Marzo 2010 alle 17:00

Sulla stampa di centrodestra, ma non solo, e su diversi siti, non passa giorno che il confronto sugli “assetti interni” del PdL non diventi oggetto di polemiche al calor bianco. Spesso gli attacchi sono “ad personam”, con Gianfranco Fini individuato come il “nemico principale” o – solito vizio italico – come il “traditore della causa”… berlusconiana. A prevalere è la politica urlata, tanto teatrale, quanto irragionevole nell’irriverente strattonamento di Silvio Berlusconi, invitato, di volta, a farla finita con il “traditori”, a chiudere “il teatrino”, a “mandarli tutti a casa” e a dire basta con “i giochetti” dei finiani. Il risultato ? In pochi parlano dei prossimi appuntamenti elettorali, della reale posta in gioco, degli “argomenti” concreti per cui un elettore dovrebbe essere spinto a votare, magari i candidati del PdL (quando ci sono….). Da qui una proposta: lanciamo una moratoria contro le polemiche interne al PdL fino all’appuntamento elettorale del 28-29 marzo e concentriamoci sugli avversari esterni e sulle questioni di sostanza, quelle che interessano la gente: le idee, i programmi, gli impegni per costruire una nuova speranza di cambiamento e per dare ali ai candidati del centrodestra. Insomma, proviamo a volare alto… le polemiche terra-terra lasciamole al dopo-voto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi