cerca

Lo sciopero che non si dice/2

15 Marzo 2010 alle 14:45

Aggiungo a quanto scritto dalla signora Varriale che, nonostante che l'insegnante di mio figlio avesse, come lei, assicurato ai bambini la sua presenza a scuola, ahimé venerdì mattina ho dovuto riportarmi il bambino a casa. Perché? Perchè le bidelle erano in sciopero e pertanto, malgrado la presenza di tutte le insegnanti, non potevano essere aperte le porte dell'istituto, azione di competenza esclusiva delle bidelle, pena la sanzione da parte del Dirigente scolastico. Un altro aspetto grottesco dello sciopero che non si dice.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi