cerca

Elezioni

9 Marzo 2010 alle 12:30

A coloro che si stracciano le vesti per il decreto interpretativo del governo bisognerebbe ricordare che le elezioni non consistono in una gara a chi fa meno errori nella presentazione delle liste ma a chi raccoglie il maggior numero di voti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi