cerca

Google/15

26 Febbraio 2010 alle 09:00

Mi pare che si confonda Google con internet. Google è un veicolo non una rete e l’idea che risponda della condotta dei propri passeggeri (per rimanere alla metafora autostradale) non mi pare così balzana, anzi. Trattandosi di editoria il paragone con il Foglio ci sta ma anche qui, usato per accendere un fuoco è uno strumento; se Ferrara pubblica un invito ad incendiare l’auto di Fini...) Che sia il caso di tenere conto della specificità dell’editoria elettronica è certo opportuno ma l'assenza di regole è un altro discorso. Non mi impressionano le perplessità americane, primo perché non disinteressate e poi perché non vedo come un paese di diritto prevalentemente consuetudinario possa pretendere di dare lezioni di teoria del diritto a gente che il diritto lo scrive e teorizza da quasi tre millenni. (Per inciso, che l’Italia sia la culla del diritto non è una vanagloria da addetti ai lavori ma un fatto: basterebbe una indagine approssimativa per verificarlo) Si fa un gran baccano se face book accoglie e raccoglie un gruppo di citrulli che vorrebbe (in realtà e per fortuna solo a parole) ammazzare il premier o fare il tiro a segno con i bimbi down e poi ci si scandalizza e si grida alla censura di fronte ad una sentenza come questa. Non dico che la sentenza sia perfetta ma l’idea di fondo mi pare apprezzabile: l’idea che libertà non vuol dire irresponsabilità e che per questa si paghi. Inoltre, e non si tratta di un aspetto secondario, la sentenza tenta di rendere effettivo il diritto alla riservatezza di persone che vengono esposte contro la propria volontà ad una platea potenziale di miliardi di persone (altro che intercettazioni!) e lo tutela affermando la prevalenza della privacy sul diritto di impresa. Insomma, mi pare che i principi difesi siano di valore assoluto: Google (e gli altri operatori) anziché lamentarsi studi il sistema per far sì che libertà della rete e diritti (e responsabilità) degli individui possano coesistere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi