cerca

Un monumento a noi

22 Febbraio 2010 alle 17:45

Silvio Berlusconi ha dichiarato che non accetta lezioni di moralità dalla sinistra, ed io concordo pienamente con lui; dopo di che sono convinto che non accetti lezioni da nessuno, ma anzi temo che voglia darne sempre e solo lui.Non sono affatto d'accordo come dice, di fare un monumento a Bertolaso, perchè non si fanno monumenti ad un uomo ben pagato, ad un "servitore dello stato" che ha comunque ricevuto "attenzioni speciali" da persone che prendevano appalti dalla protezione civile.Dopo essermi ridotto per la prima volta a non vedere con disgusto Annozero, ad essere d'accordo con un pensiero di D'Alema, mi trovo pure in linea con Casini che dichiara "miserabili ladri colti in flagrante, si dichiarano perseguitati politici".Non possiamo fare monumenti ad un ceto politico che da mesi si telefona continuamente ed esclusivamente per candidare i propri figli, i propri "compari", le proprie mogli, così sembra anche per il sindaco Alemanno.A Roma quella della Polverini la chiamano già "la lista delle mogli".Forse qualcuno cercherà di spiegarci che per far pulizia, o trovare candidati "immacolati", l'unica è candidare le mogli.Il monumento, credo proprio, dovremmo farlo a noi stessi.Quello che temo maggiormente però, è di dover dare presto ragione al ministro Tremonti; da fonte pdl, pare abbia confessato in privato, "qui si fa la stessa fine della Grecia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi